PREMIO 2014

10491083_10203377672636444_7499290829234813007_nHotel a 6 Stelle – docufiction di Rai 3

Una invenzione televisiva intelligente e coraggiosa che ha permesso ad un gruppo di ragazzi con sindrome di Down di poter dimostrare concretamente le loro potenzialità e capacità sul mondo del lavoro attraverso un tirocinio formativo in un grande hotel della capitale per porre l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema dell’inserimento lavorativo di persone diversamente abili, che spesso vengono esclusi a priori dal mondo del lavoro senza valutarne le reali competenze. Una docu-fiction che ha dato l’opportunità di abbattere la barriera del pregiudizio e valorizzare la bellezza della  diversità rappresentativa della propria originalità ed unicità. Nella serata verrà premiata l’Associazione Italiana Persone Down e l’Hotel Malià di Roma Aurelia Antica.

Un Matrimonio – fiction di  Rai 1 per la regia di Pupi Avati 

Antonella Ferrari (in basso, a sinistra) nella fiction "Un matrimonio" di Pupi Avati. In alto: un primo piano dell'attrice.

Siamo stati piacevolmente colpiti dalla fiction “Un Matrimonio” perché due genitori scelgono non solo di adottare ed accogliere nella propria famiglia una bambina paraplegica, spinti da un amore che abbatte ogni forma di  pregiudizio ma quella bambina diventa una donna interpretata magistralmente da Antonella Ferrari che è bravissima ad esaltare  un coraggio una forza ed una indipendenza incredibili.  Nello stesso tempo la sua disabilità e  scarsa mobilità le permettono di diventare testimone attiva ed attenta della storia familiare riuscendo a coglierne tutte le sfumature ed emozioni e a portarle in scena come voce narrante. 

Nella serata verrà premiata l’attrice della Fiction ANTONELLA FERRARI .

Braccialetti Rossi – fiction di Rai 1  – NON CONSEGNATO

Pensiamo che la miniserie televisiva Braccialetti Rossi  meriti fermamente questo premio perché non solo una storia  di solidarietà e coraggio che offre uno sguardo diverso sulla malattia, ma riconosce anche una grande dignità ai malati e al dolore di cui sono portatori, un dolore che può essere affrontato con più forza e determinazione se espresso e soprattutto condiviso con persone che possono e sanno comprenderlo e sopportarne il peso. Una storia di amicizia importante  tra un gruppo di ragazzi con diversi punti di forza e di debolezza che messi a disposizione gli uni per gli altri diventano per tutti loro un nuovo punto di partenza per continuare a vivere.

Il premio verrà consegnato al produttore e agli attori protagonisti della fiction. Siamo in attesa di conferma della loro presenza nella serata conclusiva del Festival.