PREMIO 2016


Nicole Orlando – Biella (TO)

Nicole Orlando nasce a Biella nel 1993 dove – a soli tre anni – papa Giovanbattista e mamma orlandoRoberta (ha anche un fratello e una sorella) l’hanno iscritta alla società di ginnastica La Marmora – Team Ability; col tempo, ha iniziato a praticare tanti sporte tutti le riescono bene: il nuoto, la ginnastica, il lancio del giavellotto e l’atletica leggera. Nicole è entrata nella storia dello sport: ai Mondiali del Sud Africa di atletica leggera, ha ottenuto quattro medaglie d’oro e una d’argento, mostrando di avere la stoffa della fuoriclasse nei 100 metri, nel triathlon, nel salto in lungo e nella staffetta 4 per 100, dove13668955_10208340876553440_1386921508875252519_n è riuscita a fissare un nuovo record.  Anche Sergio Mattarella – durante il discorso di fine anno – ha parlato dell’atleta Nicole Orlando: “L’Italia è ricca di persone e di esperienze positive. A tutte loro deve andare il nostro grazie. Sono ben rappresentate da alcune figure emblematiche, ne cito soltanto tre, Fabiola Gianotti,

che domani assumerà la direzione del Cern di Ginevra, Samantha Cristoforetti, che abbiamo seguito
con affetto nello spazio, Nicole Orlando, l’atleta paraolimpica che ha vinto quattro medaglie d’oro”. Nel 2016, Nicole  è stata invitata come ospite al Festival di Sanremo ed è stata scelta da Milly Carlucci come concorrente di Ballando con le stelle.

La sua è senza dubbio una bella testimonianza di vita. Ha insegnato a molti che senza arrendersi, oltre ai record, possiamo abbattere qualsiasi barriera… e questo è per noi davvero da Medaglia d’oro!


Ladri di carrozzelle… dal 1989 una  musica diversa!

Nell’estate 1989 in vacanza in un villaggio turistico alcuni ragazzi scoprono la comune passione per la musica e tornati a Roma decidono di dare vita ad un gruppo musicale. La formazione iniziale primo_maggio_b.jpgpresenta alcune particolarità: quasi tutti i fondatori sono persone con disabilità ma questo non impedisce ai musicisti di provare ad inseguire un sogno: diventare una rock band. Nel corso degli anni la formazione cambia a causa dell’aggravarsi della patologia dei fondatori e si arricchisce di nuovi “ladri”e al momento esistono diverse formazioni che scendono in campo a seconda dell’impegno richiesto ( scuole teatri piazze). I “ladri” sono l’espressione di un vasto piano la cui attività principale è quella concertistica, ma si estende e sconfina in attività collaterali,rientranti in un unico, ambizioso progetto: la diffusione di un immagine nuova e insolita delle diverse abilità, attraverso la musica. Attualmente i ladri di
carrozzelle sono un’attività laboratoriale della Cooperativa Arcobaleno di Frascati che coinvolge una ventina di persone con disabilità, numero in costante aumento, come quello dei volontari che li accompagnano ed assistono nelle loro necessità.

Dischi pubblicati

  • 5 album in studio, 2 album live, 6 singoli, 7 dischi realizzati per progetti specifici13686522_10208340848352735_5236058475358623634_n

Concerti effettuati

  • Negli ultimi quattro anni una media di 100 concerti l’anno tra scuole, teatri, piazze – negli ultimi tre anni 150.000 km percorsi – In più di quindici anni di attività, superati i 1000 concerti totali.

La forza del gruppo, la caparbietà che trova ampia concretezza nei quasi 30 anni di storia e la passione per l’arte della musica che non guarda alla diversità fisica dei suoi protagonisti , ma solo a quellaartistica, sono senza dubbio oltre ogni barriera!


 Cattedrale di Trani 

cattedrale-di-traniLa posizione della cattedrale di Trani ne ha fatto una delle più famose al mondo; realizzata in chiara pietra calcarea, fornita dalle generose cave del luogo, è la sentinella di una delle più importanti città marinare della Puglia, ed è un esempio eccellente di architettura romanica pugliese.

L’attuale cattedrale sorge sul sito già occupato dalla precedente cattedrale paleocristiana, documentata dal IX secolo e dedicata alla Vergine. Di quel venerabile luogo, completamente demolito per dar luogo alla nuova costruzione, restano il sacello ipogeico dedicato al protovescovo di Brindisi san Leucio ed alcuni brani di pavimento musivo.

La grande chiesa cominciò a sorgere nel 1099, per volontà del vescovo Bisanzio, a seguito della morte e
canonizzazione del giovane pellegrino Nicola, sbarcato a Trani, dalla Grecia. La Cattedrale; costruita con pubblico denaro, è frutto di un ardito progetto unitario, inteso ad isolare la costruzione dalle acque marine di risalita; è interamente sub divo, compreso l’ambiente più importante per una chiesa romanica, la cripta, destinata a custodire le reliquie del santo patrono di Trani, San Nicola il Pellegrino.

sedie5Ad entrambe le chiese, inferiore e superiore, si accede dall’alta facciata; alla prima, tramite un ampio varco arcuato sottostante le scale, alla seconda, attraverso un breve sagrato già interessato da un portico, demolito nel ‘700, di cui restano le tracce degli archi sulla facciata e le basi dei pilastri, intercalati ai sedili lungo il parapetto, loggia aperta su una splendida vista del Castello federiciano, sul mare.

Anche la zona absidale coinvolge due ambienti sovrapposti, il presbiterio e la cripta, col risultato, all’esterno, della magnifica triade delle maestose absidi.

13606443_10208340806951700_4097833241175397010_nFiancheggia la facciata il campanile, realizzato a partire dal XIII secolo e firmato, sulla cornice dell’alto basamento viabile, da Nicolaus sacerdos et protomagister.
Questo splendore storico, architettonico. culturale e religioso, simbolo indiscusso di quella bellezza che senza dubbio solo uomini ispirati dal divino avrebbero potuto creare dal mese di maggio 2016 è finalmente fruibile ai più che, per problemi di deambulazione, non hanno mai potuto ammirarla nella sua interezza.

Per noi tutto ciò è davvero oltre ogni barriera! La rampa è il simbolo di quella Misericordia che Papa Francesco c’invita a sperimentare ogni giorno della nostra vita. E’ un ponte tra la Chiesa e la strada. E’ una mano che abbatte le diversità e ridà dignità a chi molto spesso si trova a vivere ai margini. Perché la Cattedrale non è esclusiva di pochi ma è esclusiva di tutti.  A ritirare il premio ci saranno il Vescovo S. E. Battista Pichierri e il Rettore della Cattedrale Don Nicola Napoletano.


Fanpage – testata giornalistica

DSC_2467Fanpage.it nasce nel gennaio 2010 su iniziativa del gruppo editoriale Ciaopeople: la relativa pagina Facebook viene aperta nel maggio 2010. La testata viene registrata presso il Tribunale di Napoli il 26 luglio 2011 per iniziativa del suo fondatore Gianluca Cozzolino. Inizialmente attiva attraverso canali tematici, nel novembre viene fondata dallo stesso Cozzolino la redazione news.

Nel giugno 2012 nasce Youmedia, la piattaforma video del giornale e unico media italiano in Ultra HD 4K . Il 25 dicembre 2015 la pagina Facebook di Fanpage.it raggiunge 5 milioni di like.

A registrare il maggiore numero di lettori è la città di Milano con Roma, Napoli e Torino a seguire.
Tra le firme editoriali con maggior seguito, sono quelle di Giulio Cavalli, Saverio Tommasi, Pablo Trincia e Diego Fusaro. Numerosissimi i servizi che il canale youmedia manda in onda per raccontare il mondo della dieversa abilità e tra di loro Saverio Tommasi si è chiesto cosa  le persone disabili chiedono ai cosiddetti normali.SAVERIO

Un video realizzato grazie a tutti i partecipanti, e alle associazioni di cui alcuni di loro fanno parte:

a) “Bar senza nome” in via Belvedere, 11/B, Bologna, Italia. Il bar è gestito da donne e uomini sordi, segnanti.
b) Trisomia 21 Onlus. www.at21.it.
c) Centro L.I.N.A.R. di Firenze. www.coopmatrix.it.
d) l’Altro Spazio di Bologna. Un bar e tanto di più. www.laltrospazio.com.
e) Vorrei prendere il Treno Onlus. www.vorreiprendereiltreno.it.


Santo Rullo – medico psichiatra

Il dott. Santo Rullo, medico chirurgo e specialista in Psichiatria, è attualmente il Responsabile della Struttura Residenziale Terapeutico Riabilitativa “Villa Letizia” di Roma.

Santo-Rullo Curriculum ad alto profilo nazionale e internazionale,  il dott. Rullo è autore di circa 60  pubblicazioni scientifiche e partecipazioni come relatore a numerosi convegni nazionali  ed internazionali. E’ stato docente presso l’Università “Sacro Cuore” – Roma ; Vice  Presidente della Società Italiana di Psichiatria Sociale e Consigliere del Comitato  direttivo della Società Italiana di Psichiatria Sezione Regionale Lazio; Segretario del  Board of Trustees della World Association for Social Psychiatry.

Il dott. Santo Rullo è uno dei promotori del progetto “Crazy for Football”13654399_10208340801911574_2040780378812756791_n
(Matti per il  calcio). Dodici calciatori e tutti pazienti psichiatrici con preparatore atletico l’ex – pugile  Vincenzo Cantatore e seguiti dal punto di vista medico appunto dal dott. Rullo; il  quale, da 25 anni, prova a dimostrare come lo sport sia un potente mezzo      d’integrazione dal punto di vista medico che sociale. Il suo progetto intende evidenziare come lo sport aiuta ad abbassare i farmaci.

Primo appuntamento di questa nazionale per persone con disabilità mentale è stato quello di Osaka dal 23 al 29 febbraio con il primo campionato mondiale per persone con disabilità mentali. Il regista Volfango De Biasi (“Come tu mi vuoi”, “Natale col boss”) assieme a Francesco Trento realizzerà un documentario, “Crazy for football” prodotto da Sky Dancers, seguendo la squadra.


Come saltano i pesci  –  film

Come saltano i pesci è un film del 2016 diretto da Alessandro Valori.

come saltano i pesci“Matteo ha 26 anni e trascorre una vita serena tra l’officina in cui lavora e la casa dove vive con i genitori Italo e Mariella e con la sorellina Giulia (affetta da sindrome di Down). Finché non riceve una telefonata con una rivelazione scioccante: quella che pensava essere sua madre non lo è, e quella vera è appena morta. Da qui tutte le sue certezze cadono, e per questo inizierà, accompagnato dalla sorella, un viaggio alla ricerca del suo passato, verso la sua città natale.”

Questo film racconta una bella storia e affronta temi importanti, quali famiglia e disabilità in particolare. 13775916_10208340783871123_8838748429693160809_nLa famiglia è intesa come valore e non come qualcosa da sezionare e fare a pezzi. Inoltre, si parla della disabilità come opportunità e non come difficoltà.

Come saltano i pesci è un piccolo film a tratti poetico e surreale, garbato e prezioso anche per le interpretazioni degli attori, molto naturali in ruoli sicuramente preparati a lungo. Cast di professionisti, da  Maria Amelia Monti e Biagio Izzo in vesti di attori “seri” a giorgio Colangeli alla performance della giovane Maria Paola Rosini, la tenera ragazzina Down che agisce da saggia e spiritosa consigliera. Il suo personaggio è interpretato dall’attrice con delicata ironia e senza patetismi.

E’ l’esempio di trasposizione in chiave cinematografica della possibilità di far recitare persone “diverse” su un unico palcoscenico, in questo caso dietro l’obiettivo di una macchina cinematografica.


 

 Stefano Pietta – Steradiodj

pietta-stefano Steradiodj è la web radio creata da Stefano Pietta, disabile impegnato sui temi della  disabilità ma anche grande appassionato di musica e sport. Affetto da tetraparesi  spastica dalla nascita, è riuscito a tramutare in realtà le parole della canzone “Questa è l  la mia vita”, del suo idolo Ligabue, prendendo in mano con determinazione le redini del  suo destino e assecondando i propri interessi, con risultati forse insperati: oggi  telelavora e ha creato una web radio “Steradiodj” sempre più seguita.

Ogni giorno dalla sua abitazione, in rigorosa diretta, trasmette musica e notizie di ogni  genere, lasciando ampio spazio al confronto con gli ascoltatori e alle tematiche inerenti la  disabilità.