GIULLARE 2012

Giunge alla sua 4^ edizione un Festival che nonostante le difficoltà non demorde e decide di continuare per la sua strada. In questa edizione a causa dei ridotti fondi a disposizione cambia formula e seleziona solo 3 spettacoli teatrale realizzando una rassegna e non una “gara” tra le compagnie partecipanti. Per cui niente giuria e niente premi ma solo compagnie che si alternano sul palco del Centro Jôbêl di Trani.I contributi di questo festival giungono da: Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Avviso per la concessione di contributi per iniziative finalizzate alla promozione delle politiche  a favore delle pari opportunità di genere e dei diritti delle persone e delle pari opportunità per tutti), Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo e Comune di Trani – Assessorato alle Politiche Sociali.

 SPETTACOLI 

 9 marzo 2012 ore 21.00 Teatro Impero

DAL MURO FAVETTA FAVELLA – a cura del coordinamento arti Papa Giovanni XXIII

DSCN0803

 

 

 

 

 

RASSEGNA SPETTACOLI TEATRALI  – SETTIMANA DEL FESTIVAL

16 luglio 2012

Spettacolo “Se mi ami fammi un segno… ho finito le pile” – a cura dei Diversamente Comici di RomaDSC_0158

Dopo i successi di Domenica In e Zelig viene portato in scena da Giuditta Cambieri (udente) e Francesco D’Amico (sordo). La sfida è quella di far arrivare, contemporaneamente a un pubblico di sordi e udenti, le loro battute e i loro sketch, utilizzando la voce, la lingua dei segni (LIS) ed il linguaggio del corpo nella sua totalità, fanno una serie di riflessioni comiche sulla difficoltà di comunicare. Il fatto che tra uomo e donna ci sia l’incomunicabilità dovuta alla diversità tra universo femminile e maschile, è luogo comune conosciuto da tutti. Su questo argomento da sempre i comici attingono idee per le loro performance.Ma, cosa accade se lui è sordo e lei udente? Quali sono le gaffes, le incomprensioni e le situazioni assurde che si creano nella vita quotidiana e nella intimità? Quali sono i problemi che si incontrano nella relazione con parenti, amici e il resto della società? Tra battute sarcastiche, giochi di parole e doppi sensi, Giuditta e Francesco raccontano la loro vita di coppia. Francesco è nato sordo e insieme a Giuditta ha scoperto in scena il piacere dell’autoironia. Ridono su loro stessi, sui propri vizi e virtù svelando al pubblico il loro punto di vista: la visione di un mondo dove i sordi e gli udenti si incontrano, si innamorano, litigano, si prendono in giro.

17 luglio 2012

Spettacolo “Fili” a cura della Confraternita Misericordia di Torremaggiore (FG)DSC_0307

Lo spettacolo “Fili” vede la messa in scena di storie di una piazza, come un mondo in miniatura dove tutto è legato a un filo. I fili sono dovunque e possono prendere i nomi più disparati, alcuni si chiamano legami e appartengono a più persone, altri sono dei fili che regalano sorrisi e tanta allegria ma in fondo a pensarci bene tutti siamo in qualche modo legati ad una storia. I fili raccontano di noi ma anche di tutti quelli che si sono legati per poco o per tanto tempo alla nostra vita… la cosa più bella è tuffarsi in questo piccolo mondo e capire che in fondo i fili sono belli da seguire e da conoscere per scoprire cosa c’è in fondo…

21 luglio 2012

Spettacolo “Voglio la luna” a cura della Compagnia Teatro Pirata di Jesi (AN)

IMG_0485Fabio, attore protagonista con sindrome di down, che è nella sua cameretta, è alle prese con i suoi giochi ma soprattutto con comandi, raccomandazioni e rimproveri della mamma. DSC_0099Non è per niente tranquillo, gli sembra che le cose non vadano mai come lui vorrebbe e di non poter far niente per cambiarle. Finchè una notte, come per magia, viene svegliato da un soffio di vento e si accorge che lì, proprio nella sua camera, è venuto a trovarlo la luna!! E’ bellissima, grande,luminosa…giocano insieme e poi lei, così come è arrivata scompare.

22 luglio 2012

SERATA CONCLUSIVA

IMG_1047La conclusione del Giullare purtroppo per noi e per il pubblico ha dovuto subire un adattamento di fortuna dovuto ai cambiamenti improvvisi delle condizioni meteo della serata: le condizioni meteo ci hanno penalizzato dovendo adattare l’intera serata all’ interno di una sala del Centro Jobel con una capienza massima di 200 posti a sedereDSCN0529

La serata è stata condotta con grande senso di responsabilità e con la capacità di adattamento di Giulio Golia, noto personaggio televisivo per i suoi servizi nella trasmissione delle IENE, in onda sulle reti Mediaset.