6 agosto 2020 – film “Mio fratello rincorre i dinosauri” Centro Jobel

Il film Mio fratello rincorre i dinosauri è una storia sulla diversità, l’apparenza e l’accettazione.

Basato sull’omonimo libro scritto da Giacomo Mazzariol, e già vincitore del David Giovani 2020, racconta la vita dell’autore e del fratello, Giovanni, affetto dalla Sindrome di Down. Prima un video su YouTube. Poi un libro. E infine un film. Dopo essere esplosa sui social, la vicenda dei fratelli Giacomo e Giovanni Mazzariol è diventata un piccolo caso letterario e ha conquistato gli spettatori in sala.

Il film racconta il percorso, spesso commovente, con tratti leggeri e profondi allo stesso tempo, del rapporto tra i due fratelli che piano piano evolve e che, grazie all’ espansività e gioiosa esuberanza di Giò, consolida un amore fraterno che va oltre i preconcetti legati alla disabilità. Mio fratello rincorre i dinosauri è un film tenero e intimo, dal messaggio universale e cioè che la preziosa unicità di ogni vita porta con sé una enorme ricchezza, come nella famiglia già numerosa del protagonista del film.

L’accessibilità è un criterio importante nell’affrontare un argomento sensibile come la disabilità, ed è ancora più importante che il cinema italiano cominci a rivolgersi al pubblico dei giovanissimi, finora per lo più ignorato o raccontato con condiscendenza “adulta”locandina

Gran parte del lavoro per rendere credibile una sceneggiatura per molti versi improntata ai codici della comunicazione televisiva (e dotata di numerose implausibilità) va al regista Stefano Cipani, esordiente nel lungometraggio ma già avvezzo a parlare con e di bambini e disabilità che sarà nostro ospite e premiato in serata finale il 9 agosto 2020 e soprattutto ad un cast azzeccato, a cominciare da Isabella Ragonese e Alessandro Gassman nei panni dei genitori.

Trama:

Per il piccolo Jack la famiglia è croce e delizia: delizia perché è composta da due genitori spiritosi e democratici, croce perché le sorelle lo tiranneggiano, asserendo la loro “superiorità femminile”. Dunque la notizia dell’arrivo di un fratellino è accolta da Jack come un trionfo personale, tanto più che quel fratellino, Giò, si rivela davvero speciale, cioè dotato del superpotere di “dar vita alle cose”. Ma Giò è anche affetto dalla sindrome di Down: e quando Jack raggiunge la (di per sé problematica) età di 14 anni il fratellino diventa una presenza ingombrante nonché, per dirla tutta, potenzialmente imbarazzante. E siccome a raccontare la storia da un punto di vista totalmente soggettivo è la voce di Jack, Mio fratello rincorre i dinosauri è un racconto di formazione adolescenziale incentrato sul disagio e la vergogna che ogni teenager prova nei confronti della propria esistenza, a maggior ragione se “ostacolata” dalla diversità.

Il regista Stefano Cipani e Giò (al secolo Lorenzo Sisto) saranno presenti nella serata “Il Galà del Giullare” il 9 agosto 2020 presso il Centro Jobel di Trani!

Ingresso gratuito ore 20.30 – centro Jobel

Prenota QUI la tua presenza