23 LUGLIO 2019 – IL MONDO E’ BELLO PERCHE’ E’ VARIO

Al primo spettacolo in gara, della Compagnia “i Satelliti” dell’Associazione Antigone di Pavia circa 500 spettatori hanno assistito e riempito la platea del teatro all’aperto del Centro Jobel di Trani.

Da ieri si è insediata altresì la giuria tecnica, la cui valutazione sarà influenzata per un 30% dal voto del pubblico, così composta:

  • Presidente della Giuria: Del Curatolo Giuseppe fumettista, creatore di personaggi, regista di alcuni cortometraggi e l’ultimo suo lavoro è stata la scrittura dell’autobiografia di Lucio Montanaro, attore cult che sarà nella giuria del Giullare a partire da giovedì prossimo
  • Di Staso Grazia: docente dell’Università degli Studi di Bari e di Foggia. Tra le varie discipline da lei insegnate vi sono Letteratura italiana e Drammaturgia italiana, oltrechè letteratura teatrale italiana
  • Boccuzzi Piero: direttore artistico della Galleria d’arte Rosso 41 di Trani
  • Tota Pina: dirigente del Circolo Didattico Mons. Petronelli di Trani
  • Sallustio Katia: fondatrice della scuola di danza Meeting Dance
  • Maria Elena Germinario: attrice e regista di Marluna Teatro di Trani
  • Francavilla Giuseppe: attore e regista dell’Associazione Teatrale Il Carro dei Guitti
  • Nico Aurora: Direttore di Bombonotizie Il Giornale di Trani e giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno

Oggi è la volta del secondo spettacolo in gara, a cura del Teatro dell’Elica di Lissone, direttamente dalla Brianza.

29066544_1991936884390450_3868867224106172416_o“Come è nato il mondo? Da chi è abitato?  Muovendosi “in consapevole leggerezza” gli attori di MATeatro agiscono nello spazio scenico dando vita ad un racconto – sia corale sia personale – su differenti e possibili modi di stare al mondo e sull’ importanza di essere riconosciuti, toccando sia il registro comico sia quello poetico: si gioca con la nascita (scientifica) del mondo, si scherza con alcuni luoghi comuni, compaiono statue di gruppo caratteristiche di alcune “condizioni umane” (il mondo del lavoro, della moda, dei social network), si ride sulle differenze tra le così dette categorie sociali (il ricco e il povero) e sulle diverse fasi della vita dove ciascun spettatore può facilmente identificarsi. La fine della storia approda nell’importanza, per ciascuno di noi, di avere un’identità e quindi un nome, attraverso la rivisitazione teatrale di un brano (liberamente tratto da “Nel segno della pecora” di Murakami)”

Alle 21.00 circa ad aprire la serata vi sarà la presentazione del libro “Ti porterò da te” autoedito da Angela Covelli, che ne parlerà con Nico Aurora, presentatore del festival e giornalista.

Come  sempre dalle 19.00 alle 21.00 sarà possibile visitare le installazioni artische “oltre i Pregiudizi” presso la Sala di Comunità “De Camelis” del Centro Jobel in Via Giuseppe Di Vittorio n. 60 a Trani, dalle 19.00 alle 21.00 fino al giorno 27 luglio prossimo.

DSC_0025Grande successo ieri anche per la nostra area  “food” con “Crazy for food” a cura del laboratorio di cucina del Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo del Centro Jobel, aperta dalle 19.00 e fino a 10 minuti prima dello spettacolo in cui è possibile prima degli spettacoli consumare panini, snack, dolci.

Download PDF

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>